L’immensa scuola russa nella sua massima espressione Leonid Kogan suona il primo concerto di Dmitrij Šostakovič

Facebook Comments